Assicurazioni

Risparmiare sul rc auto: le iniziative più recenti

In una recente conferenza stampa Assoutenti, Unione Nazionale Consumatori e Confconsumatori , anche grazie al finanziamento dal Ministero dello Sviluppo Economico, hanno lanciato il progetto RcAuto, risparmiare si può.

L’obiettivo del progetto è quello di sensibilizzare l’opinione pubblica nazionale ed in particolare gli automobilisti su quelle che potrebbero essere le iniziative che di qui a brave sarebbero in grado di generare un calo generalizzato dei prezzi delle rca per una cifra che Dino Cimaglia, dell’ Unione Nazionale Consumatori, stima dell’ordine dei 300-400 euro annui.

Il modulo Consap

Ma quali sono esattamente questi strumenti? Sono vari ed operano su diversi fronti. Uno è il Modulo Consap. Si tratta della possibilità, da parte di chi ha causato un sinistro, di rivolgersi all’omonimo ente per conoscere qual è la reale entità, in termini economici, del danno causato e procedere eventualmente a saldarlo di tasca propria, evitando in questo modo la penalizzazione di due classi di merito sul rca, che gli comporterebbe un sensibile aumento dei costi assicurativi per gli anni a venire.

Contratto base e home insurance

Altri strumenti utili sono il contratto di base per l’rc auto, le polizze auto online, la home insurance (ovvero la possibilità di gestire da casa via internet il proprio contratto assicurativo), la presenza della scatola nera a bordo. Quest’ultimo sistema viene già impiegato da diverse compagnie ed ha l’ulteriore vantaggio di poter servire, all’occorrenza, anche come rilevatore satellitare della posizione del veicolo in caso di furto.

Le nuove iniziative sul fronte politico

Ma le iniziative di Assoutenti, Unione Nazionale Consumatori e Confconsumatori sono tante e attive anche a livello legislativo attraverso una profonda azione su Parlamento e Governo. È qui che infatti si è combattuta l’ultima grande battaglia quella sul decreto “Destinazione Italia”. Nel decreto erano state inserite delle norme che andavano a modificare il regime delle polizze rc auto, stabilendo maggiori limiti alla possibilità, da parte del danneggiato, di scegliere in proprio il carrozziere presso il quale fa riparare la propria auto, piuttosto che il medico da cui farsi curare in caso di sinistro con danni alla persona.

Lascia un commento!

0