Auto

Auto d’epoca mon amour

auto-dEpoca-mon-amourLe auto d’epoca sono una passione per tanti, rapiti dal fascino d’altri tempi di queste vetture; altri, invece, vedono nelle auto d’epoca una possibilità fruttuosa d’investimento. In entrambi i casi, bisogna saper scegliere la vettura più adatta ai gusti e alle esigenze, individuando l’esemplare che meglio rispetta le caratteristiche che si hanno in mente. Il mercato propone una ricca offerta di auto d’epoca, perciò fare la giusta scelta può diventare complicato.

Il lato economico, quando si parla di questo genere di vetture, non è meno importante e spesso bisogna fare i conti con il proprio portafogli. A volte è possibile risparmiare sull’acquisto di auto d’epoca con semplici accorgimenti, come ad esempio aprire un conto estero proprio nel Paese dal quale l’auto proviene. In questo modo si possono abbattere delle spese collaterali che spesso però incidono negativamente quando si vuole comprare una vettura d’epoca.

Come detto, il mondo delle auto d’epoca è piuttosto vasto e comprende numerosi modelli e marche e spesso non è affatto semplice orientarsi. In genere le case automobilistiche con una grande tradizione sono maggiormente apprezzate, ma ciò non significa che non si debba guardare con attenzione anche ai marchi minori. I modelli più ricercati dai collezionisti sono di solito quelli dalla linea sportiva, vale a dire spider e coupé, mentre le berline godono di un seguito minore.

Una volta che le idee sono chiare circa il modello, può avere inizio la ricerca della vettura giusta. Il consiglio è quello di mettere a confronto diversi esemplari, senza fermarsi alla prima auto che viene individuata. In tal modo sarà possibile valutare con più precisione le condizioni di conservazione e, naturalmente, il prezzo. Quando possibile, meglio visionare in prima persona l’automobile, così da verificare se sono state apportate modifiche con componenti non originali o se sono presenti riverniciature con colori non conformi. In entrambi i casi l’acquisto è sconsigliato, poiché diminuisce il valore di mercato.

Il discorso si fa ancora più delicato nel caso delle auto da corsa: è importante accertarsi che non abbiano subito urti importanti e che non siano state riparate in maniera poco accurata. Da questo punto di vista è fondamentale documentarsi il più possibile sull’auto d’epoca prescelta, in modo da conoscerne le diverse versioni e ciò che le differenzia. Altrettanto minuzioso dev’essere il controllo sullo stato della vettura, in modo da assicurarsi che scocca e meccanica siano in buone condizioni.

Quando si vuole acquistare un’auto d’epoca, è sempre meglio puntare sulle vetture dotate di libretto di circolazione e targa originali, che possiamo considerare una sorta di valore aggiunto per il veicolo. Grazie ai questi documenti, infatti, si potrà risalire al passato dell’auto, dalla prima immatricolazione agli eventuali passaggi di proprietà.

Fra le vetture d’epoca più ricercate da parte dei collezionisti ci sono le Ferrari, in particolare quelle prodotte negli anni Cinquanta e Sessanta. Scendendo un po’ più in basso in fatto di prezzi, molti automobilisti vanno in cerca della celebre Alfa Giulia, vettura iper-presente nei film polizieschi del passato. Nel cuore dei collezionisti trovano spazio anche la Citroen 2CV e la Ford Torino, apprezzata in particolare per il suono del suo motore.

(Letto 952 volte, 1 letto oggi)

Lascia un commento!

0