Moto

Cera protettiva auto

Stendere la cera protettiva è uno dei passaggi ultimi o intermedi del lavaggio dell’auto, intermedio perché, se il prodotto usato non ha anche una funzione lucidante, si può concludere usando un prodotto apposito o una mini lucidatrice. Sulla cera protettiva possiamo dire che, nella sua funzione, prepara l’auto al successivo lavaggio, nel senso che ne facilita i processi. I maggiori prodotti presenti sul mercato assicurano le seguenti funzioni: protezione da micrograffi, incrostazioni, lesioni da vento e raggi solari, quest’ultimi con il loro calore e gli ultravioletti incidono sulla tenuta del colore e con il tempo le cromature accese tendono a opacizzarsi.

Passare periodicamente la cera protettiva auto rende più veloce il lavaggio successivo e ci consente di poter usare prodotti detergenti meno aggressivi, poiché la cromatura del colore è già di per sé protetta dagli elementi dello sporco: sassolini, polvere e filamenti vari. Oltre alla carrozzeria, la maggior parte dei prodotti di cera protettiva è utilizzabile per le altre superfici come i cerchi in lega, i cruscotti, i rivestimenti plastici e i tessuti gommati. Tuttavia, alcuni automobilisti preferiscono utilizzare prodotti specifici, soprattutto per le parti gommate, che vengono in genere trattate con liquidi contenente silicone bianco, dal forte potere detergente e di scioglimento dei residui di sporco e incrostazioni.

Come passare la cera per auto protettiva? Ecco qualche consiglio. Si inizia con una raccomandazione, non eseguire l’applicazione della cera sotto la luce diretta del sole o quando le superfici sono calde, si renderebbero visibili e in maniera permanente gli aloni di asciugatura.

Una volta scelto il luogo e il momento adatto per lavare la nostra auto, si effettua prima di tutto una pulizia accurata e profonda dell’auto. Si attende l’asciugatura completa e si stende la cera lavorando un’area per volta della macchina e praticando piccoli movimenti circolari. Bisogna applicare poche gocce e stendere il prodotto utilizzando spugne di gommapiuma. Non bisogna lasciare asciugare il prodotto, quando si inizia a notare una piccola patina biancastra (è l’effetto della cera protettiva) si usa un panno morbido e pulito, come un micro-fibra o un asciugamano in spugna, per lucidare la parte trattata. La seconda mano di cera si dà qualche ora dopo e assicurandosi di aver steso bene la prima per evitare piccoli aloni che si noterebbero contro luce.

(Letto 255 volte, 1 letto oggi)

Lascia un commento!

0