Auto

Ford Active park assist

Eccoci qui oggi a parlare di uno dei sistemi di parcheggio più evoluti di quest’anno, un nuovissimo apparato frutto della nota casa automobilistica Ford. Qualsiasi automobilista sa della difficoltà di parcheggiare specie in città, o nei piccoli spazi, a volte si sudano sette camice, mentre il traffico dietro di noi si accumula come fosse l’ora di punta in tangenziale. Ma è proprio studiando questo fenomeno che l’azienda americana ci viene incontro con un sistema di parcheggio automatico chiamato Ford Active park assist.

Ford ha voluto dare prova di questa e delle altre nuove tecnologie pubblicizzando il Real World Challenges, ossia un contest dove invita i suoi fan a mettersi alla prova e a sfidare le innovazioni di casa Ford, effettuando riprese video, immagini o commenti, per poi postare il tutto sulla pagina ufficiale di facebook della casa automobilistica di Detroit. L’obiettivo, è stato dunque quello di dare vita ad una campagna di comunicazione originale e divertente incentrata sul coinvolgimento degli utenti. Nel video a fine articolo alcuni ragazzi hanno ironicamente messo alla prova l’Active park assist di Ford: guardate cosa hanno ideato per “sfidare” il Park Assist di Ford e soprattutto scoprite se saranno riusciti nella loro impresa!

La prima a cimentarsi in questo divertente contest è stata la stuntman professionista Nuria Goma al volante della Focus, parcheggiando sul bordo del tetto di un palazzo di 30 mt. avvalendosi di questo fantastico sistema di parcheggio, il video ha subito fatto il giro del mondo raccogliendo 17.500 visualizzazioni solo su YouTube!

Ma vediamo in cosa consiste più nel dettaglio il Park Assist: premendo un pulsante sulla scocca del cruscotto, il conducente aziona i sensori a ultrasuoni che calcolano lo spazio disponibile ai lati dell’auto tra i veicoli in sosta. Una volta trovato uno spazio adatto, il guidatore può decidere, dando conferma, che a parcheggiare sia il park assist: il sistema prende il comando del volante, che ruoterà, automaticamente sotto i suoi occhi, per effettuare la manovra, senza che lui debba sfiorare minimamente lo sterzo, ma lasciandogli solo il controllo dei pedali e del cambio.

Ovviamente il conducente può riprendere il padronanza della vettura in qualsiasi istante afferrando il volante.
La Ford è sicura che con questo nuovo sistema si andranno ad evitare eventuali urti o danni relativi alle manovre di parcheggio, tant’è che a conferma di quanto sopra appena detto, in questi ultimi mesi è stato crescente il numero di richieste per questa interfaccia sulla propria nuova Ford: si parla addirittura di oltre centomila vetture! Tant’è che per la sola richiesta europea la casa automobilista ha dovuto triplicare rapidamente la produzione, dichiarando che il prossimo modello ad avere in dotazione il sistema Ford Active Park Assist sarà la nuova Ford Kuga.
Video sponsorizzato


(Letto 177 volte, 1 letto oggi)

Lascia un commento!

0