Moto

La fabbrica di automobili del futuro inizia con la digitalizzazione della catena di montaggio

La linea di produzione è considerata l’invenzione più significativa che ha trasformato l’efficienza dello stabilimento del Michigan dove fu prodotta la storica Ford Modello T, tanto che il veicolo da oggetto di lusso nel 1910 divenne entro il 1925 un must-have per la nascente classe media americana e il suo costo passò da 900 a 260 dollari. L’efficienza di una linea di produzione sta nella sua capacità di disporre di un processo standardizzato, graduale, per produrre in serie un unico modello e quindi ricreare l’intera procedura come una serie di postazioni di lavoro – con un maggiore ricorso all’assistenza meccanica – ognuna dedicata ad una singola lavorazione.  Ma le certezze e l’uniformità che funzionavano nel 1910 non esistono più nel 2019.

 

L’assemblaggio dei veicoli è in trasformazione dopo oltre 100 anni di tradizione industriale. Infatti, nel febbraio 2018, la stessa azienda responsabile dell’invenzione della prima automobile ha gettato le basi per quello che considera il punto di riferimento futuro della produzione automobilistica, Factory 56, fabbrica che ha sede vicino a Stoccarda, in Germania.  In questa e nelle nuove fabbriche automobilistiche ristrutturate in tutto il mondo, la linea di produzione viene reinventata. E mentre le case automobilistiche riprogettano le loro linee di produzione, introducono nuove regole che anche i loro fornitori devono adottare.

I processi produttivi e i flussi operativi devono adattarsi all’economia on-demand

Il concetto di modelli di automobili prodotti in serie limitata, ognuno con una linea di produzione dedicata, è cambiato.  Le case automobilistiche – oggi e domani – produrranno modelli ibridi, elettrici, altamente automatizzati e autonomi, ognuno con molte potenziali combinazioni che rispondono alle scelte del singolo consumatore.

La società di consulenza gestionale Deloitte si riferisce a questo fenomeno come all’”era della personalizzazione di massa”, in cui gli acquirenti, attraverso i loro acquisti, non solo soddisfano i loro bisogni, ma cercano anche un mezzo di auto-espressione. La fame di modelli personalizzati e su misura non sembra quindi destinata a diminuire.

Questa richiesta di flessibilità significa che lo stabilimento utilizzerà linee altamente tecnologiche invece delle linee di assemblaggio tradizionali.  Piattaforme di trasporto robotizzate senza conducente trasporteranno i veicoli in embrione a qualunque sito di lavorazione o stazione di lavoro successivi che potrebbero essere molto diversi per i diversi veicoli in produzione in qualunque momento.  Una serie parallela di procedure e trasporti robotizzati garantirà che tutte le parti e i componenti necessari siano forniti alle postazioni di lavoro in base alle necessità.

Un processo altamente automatizzato e digitalizzato per il prelievo e la consegna dei componenti al posto giusto al momento giusto è al centro dell’Industria 4.0, l’imminente ondata di cambiamenti produttivi considerati come un portabandiera dell’industria automobilistica.  Innovazioni e cambiamenti riguarderanno tutte le case automobilistiche attuali e future del XXI secolo.

Una produzione automobilistica flessibile e personalizzata grazie ai vantaggi offerti dalla tecnologia RFID

Una tecnologia chiave, che consente alle case automobilistiche e ai loro fornitori di adattarsi a questi nuovi stabilimenti, è l’Internet of Things (IoT) e, in particolare l’RFID (Radio-frequency identification).  Rispetto alle precedenti tecnologie di etichettatura, l’RFID presenta diversi vantaggi che la rendono ideale per questo nuovo corso.

  • L’etichettatura RFID può operare su grandi aree, integrando i dati con sistemi di back-end per tracciare con precisione la posizione degli articoli, aggregando i settori della fabbrica in una IoT senza soluzione di continuità. All’arrivo ai cancelli dello stabilimento, il contenuto di una consegna può essere identificato e indirizzato all’area giusta, senza l’intervento umano. Qualunque prodotto può essere localizzato, recuperato e consegnato dove necessario, riducendo notevolmente gli articoli smarriti ed erroneamente categorizzati.
  • Le etichette RFID sono accuratamente identificate e possono essere estremamente durature. Questo è fondamentale per qualsiasi tipo di ambiente automatizzato, dove il componente sbagliato in arrivo può potenzialmente fermare la linea di produzione con un impatto negativo sui costi.
  • La tecnologia RFID non richiede una linea ottica o una sorgente luminosa per la lettura delle etichette, il che costituisce un notevole vantaggio rispetto alle tecnologie precedenti, come i codici a barre. Un lettore può scoprire il contenuto di una scatola senza aprirla, o individuare un oggetto specifico in un’area contenente centinaia di componenti diversi.  Un veicolo in costruzione può essere monitorato digitalmente durante il processo di produzione, consentendo agli operatori di prendere le giuste decisioni conoscendo esattamente, in tempo reale, la sua storia e le esigenze successive.

 

Il Futuro è adesso

Il rischio nella diversificazione di massa che abbiamo descritto è che le efficienze della produzione in serie possano andare perdute, quelle stesse efficienze che hanno reso accessibili beni come le automobili.  Sistemi di produzione e di supply chain flessibili e adattabili all’infinito – griglie di possibilità programmabili in contrapposizione alle linee di produzione uniformi e costanti – potrebbero essere una necessità del mercato.  Tuttavia, ci si potrebbe chiedere se piegarsi a questa domanda avrebbe un impatto sui vantaggi in termini di prezzo e produttività creati per la prima volta nella fabbrica di automobili Ford?

Fortunatamente, la tecnologia RFID fornisce una risposta. La soluzione sta nella capacità di digitalizzare oggetti e procedure che storicamente erano solo meccanici.  Una volta digitalizzati attraverso la tecnologia RFID e coadiuvati da robot, componenti, automobili, strumenti e lavoratori possono adattarsi ai cambiamenti del mercato e alle richieste dei singoli consumatori, riducendo i tempi di fermo macchina e gli sprechi.  Nel settore automobilistico, fornitori e case automobilistiche possono decidere di adottare soluzioni RFID per raggiungere questo tipo di risultato.

(Letto 2 volte, 1 letto oggi)

Lascia un commento!

0