Auto

Persi tra gli annunci di auto usate? Ecco come imparare a leggere le offerte

Bastano cinque passi per avviarsi alla ricerca di una buona auto usata, sfruttando le offerte presenti sui siti online che stanno rivitalizzando il settore anche in Italia.

Hyundai i20

Più che un acquisto, un investimento. È questo il nodo cruciale che ci troviamo ad affrontare quando arriva il momento di cambiare auto: non si tratta solo di scegliere una vettura che possa conquistarci esteticamente, quanto piuttosto di trovare il veicolo che ci accompagnerà almeno per qualche anno, possibilmente senza creare troppe noie tecniche, adeguandosi alle esigenze della nostra vita e, soprattutto, alla nostra possibilità economica. Come fare a mettere insieme tutte queste caratteristiche per cercare l’auto giusta? Una possibile soluzione arriva dal web, grazie alla nascita di portali online come Car Affinity, che stanno guadagnano consensi tra pubblico ed esperti nel campo della compravendita e negli annunci di auto usate e nuove: questo nuovo canale di vendita, infatti, rappresenta il punto di incontro ideale tra la domanda e l’offerta.

LA LUNGA VITA DELLE VETTURE USATE IN ITALIA  

Questi anni di congiuntura economica hanno pesantemente inciso sulle abitudini e sugli stili di vita e di consumo degli italiani. Ecco perché non stupisce leggere che il nostro Paese ha un parco auto circolante particolarmente vecchio, con un’età media che supera i 9 anni, contro una media europea che supera di poco i 7; né, d’altra parte, scoprire che l’Istat ha inserito le auto usate nell’elenco di prodotti (il cosiddetto “paniere”) utilizzati come riferimento per rilevare i prezzi al consumo, che servirà poi per misurare il dato dell’inflazione nel 2016. Più intuitiva, invece, la crescita dei portali online che si propongono come innovativi concessionari di auto usate: basta cliccare su qualsiasi motore di ricerca termini come “quotazione auto usate”, “auto usate Roma”, “auto usate Lombardia”, “Fiat 500 usata” e così via per veder comparire migliaia di risultati, che ovviamente aprono però la strada a ulteriori dubbi, a cominciare da quello relativo all’affidabilità.

IMPARARE A VALUTARE LE OFFERTE DI AUTOMOBILI

È il buon senso che deve farci da bussola in questo mare sconfinato di proposte e offerte sulle auto usate: in genere, dunque, è meglio andare sul sicuro e rivolgersi a venditori certificati, con alle spalle anni di esperienza e solide realtà imprenditoriali, come la citata Car Affinity, per evitare ricerche infinite e soprattutto mettersi a riparo da eventuali frodi o brutte sorprese. Una volta individuato il nostro concessionario virtuale, poi, dobbiamo imparare a leggere quello che ci viene presentato, spulciare le tante proposte e arrivare a studiare bene l’auto cui siamo interessati, attraverso cinque semplici fasi.

PRIMA DI ACQUISTARE UN’AUTO: FOCUS SULLE ESIGENZE

Il primo step è in realtà quello preliminare, perché riguarda la “introspezione”: bisogna cioè avere ben chiare le nostre esigenze rispetto all’auto che desideriamo, al suo utilizzo, al budget di cui disponiamo. Inutile cercare un Suv di lusso se necessitiamo di un veicolo per districarci nel traffico metropolitano, o puntare una Smart Fortwo usata se la nostra famiglia è composta da quattro persone; bisogna, in parole povere, essere pragmatici e concreti. Caratteristiche che ci servono anche per orientarci riguardo due aspetti fondamentali delle auto, ovvero alimentazione e chilometraggio: le variabili in campo sono note, e ovviamente avranno influenza sul prezzo finale. A proposito del contachilometri, poi, è sempre bene prestare attenzione a verificare l’effettiva distanza percorsa dal motore, controllando i tagliandi e le documentazioni delle passate manutenzioni per confrontarli con quanto dichiarato (ed evitare eventuali illeciti e tentativi di manomissione).

 

IL GIRO DI PROVA SULLA VETTURA

Arriva poi il momento in cui bisogna uscire dalla virtualità per andare a scoprire da vicino l’auto che ci ha conquistato, perché il controllo in prima persona della meccanica e dello stato generale di interni e carrozzeria è imprescindibile, così come un giro di prova per testare il funzionamento reale su strada. In questi casi, sarebbe bene poter contare sulla presenza e l’aiuto di un amico esperto o del nostro meccanico di fiducia, che possa dunque approfondire gli sguardi su impianto elettrico, testata, pistoni, cambio, sospensioni e così via e offrirci il parere finale prima di mettere tutto nero su bianco.

(Letto 102 volte, 1 letto oggi)

Lascia un commento!

0